REPORTAGE

Eventi

«Luglio 2016
LunMarMerGioVenSabDom
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

magazine

Politiche 2013

AMMINISTRATIVE 2012

Referendum 4 sì

L'acqua è un diritto

iodem satira

Feed RSS

Referendum Thiene

Il PD IN FESTA A VICENZA

( parole chiave: )
27/07/2016 - 13:48

Innanzitutto ripartire, questo è lo slogan che intende attuare il PD organizzando il FESTIVAL DEMOCRATICO a Vicenza.Sarà dunque un momento di festa condita di riflessioni e dibattiti intensi con personaggi di spicco della politica nazionale. Saranno i giardini Salvi ad accogliere per tre giorni, da venerdì 29 luglio a domenica 31 2016 l'happening democratico con un ricco programma tra musica e dibattiti.

 
   Venerdì 29/07/2016

 18.45

Aperitivo di apertura - Musica con DJ Buffa

 20.00

Incontro intervista con  Luca Lotti - Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri

21.30

"Il caso Banche"   - Incontro con Franco Vanni, giornalista de "La Repubblica"
leggi tutto »

Riforma Costituzionale, un incontro per capire come cambierà l'Italia

( parole chiave: )
14/07/2016 - 22:16

Cambiare l'Italia è possibile? Con la riforma costituzionale Boschi si riuscirà a trasformare il nostro Paese? Sono alcune domande che potrebbero trovare risposte con la conferenza pubblica organizzata a Zanè lunedì 18 luglio 2016 dalle 20:45 presso il Centro Culturale  di Piazza Aldo Moro a Zanè, Ospiti e relatori l'on. Filippo Crimì, la consigliera regionale Cristina Guarda con il contributo giuridico del prof. Eduardo Gianfrancesco, esperto di diritto costituzionale all'Università LUMSA di Roma. A condurre il dibattito Luciano Sanson del comitato per il SI di Thiene.

Sanità vicentina, 30 anni di storia dell'Ulss 4

( parole chiave: )
02/05/2016 - 00:00

A Thiene si tornare a parlare di sanità, stavolta per riflettere sulla sua trentennale storia, ora messa in discussione dal commissariamento voluto dalla Giunta Zaia. Giovedì 5 maggio dalle 20:30 nella sala conferenze della biblioteca di via Corradini saranno ospiti il consigliere regionale Stefano Fracasso, il presidente della Conferenza dei Sindaci dell'Uss 4 Robertino Cappozzo e il medico di base Livio Pizzato.

Tangenti venete,l'affaire Mose

( parole chiave: )
02/05/2016 - 00:00
Finisce con la sua decadenza da deputato l'era Galan attualmente agli arresti domiciliari per il suo coinvolgimento nella vicenda delle tangenti per il Mose. Si dichiarava di essere lui stesso il Nordest e su questa presunzione fece  del Vento il suo feudo personale. Dopo il terzo mandato Luca Zaia lo costrinse a mollare la presa e per compensare il "doge di venezia" gli fu dato prima il ministero dell'Agricoltura e poi non felice per l'incafico che Galan definiva "ministero delle mozzarelle" gli fu dato quello per la Cultura. Ora vive agli arresti domiciliari con 5000 euro al mese in affito dopo il sequestro della Villa Rodella. Galan era agli arresti domiciliari dal luglio 2014 patteggiando con la Giustizia il suo coinvolgimento per lo scandalo MOSE. Le indagini comunque sulla vicenda delle paratie mobili in laguna sono tuttora in corso in particolare con rogatorie internazionali volte a rintracciare il denaro dato in dazioni per agevolare l'attività del consorzio Venezia Nuova, all'epoca dei fatti retto da Giovanni Mazzacurati. Lo ha detto il procuratore aggiunto Carlo Nordio a margine dell'avvio del processo al tribunale di Venezia, con la discussione sulle questioni preliminari e con gli otto imputati assenti per la vicenda che vede tra questi l'ex ministro Altero Matteoli (corruzione) e l'ex sindaco di Venezia, Giorgio Orsoni (finanziamento illecito dei partiti).   "A ventiquattro anni da tangentopoli - ha rilevato Nordio - non è cambiato nulla".
leggi tutto »

La sanità tra tagli e nuove sfide

( parole chiave: )
01/05/2016 - 22:27
Il sistema sanitario italiano è ancora quello che offre a tutti un'uguale assistenza senza distinzioni di ceto e di provenienza; un welfare che abbiamo conquistato come diritto universale. Ma la gestione della spesa sanitaria che muove miliardi di euro non è stata sempre corretta e trasparente. Con la riforma costituzionale del 1997, la voce della Salute Pubblica è passata sotto il controllo delle Regioni: alcune hanno speso bene le loro risorse, altre sono state un fallimento con danni gravi per la vita dei cittadini. Gli sperperi sono innumerevoli e per chi gestisce la spesa sanitaria è un bel bottino usato per spartizioni clientelari. Gli scandali in questo settore nevralgico per il benessere degli italiani non sono mancati. Le privatizzazioni lombarde, i bilanci in passivo del Lazio e della Campania, la malasanità che impereversa sono temi che tutti conosciamo attraverso la cronaca giudiziaria. C'è molto da fare per recuperare il terreno perduto e in questa stagione di tagli è indispensabile far quadrare i conti per evitare altri guai peggiori. Il circolo PD di Zugliano ha organizzato una conferenza proprio per affrontare questo delicato argomento della Sanità invitando la deputata vicentina Daniela Sbrollini e la capogruppo in Consiglio Veneto Alessandra Moretti. Sbrollini ha descritto quanto il Governo sta facendo per razionalizzare la spesa sanitaria frammentata appunto dalle autonomie regionali impegnando il Governo ad adottare costi standard .
leggi tutto »

Autonomia, questa sconosciuta: il ruolo delle Regioni verso il referendum costituzionale

( parole chiave: )
20/04/2016 - 00:00
Nella serata di lunedì 18 aprile 2016, presso la biblioteca civica di Villaverla, si è tenuto il dibattito "Autonomia, questa sconosciuta" organizzato dal Partito Democratico del Thienese.coordinato dal giornalista Renzo Mazzaro. Presenti alla tavola rotonda il consigliere regionale PD Stefano Fracasso, il consigliere regionale della Lega Nord Marino Finozzi e quello dell'Area Popolare  Marino Zorzato. Filo conduttore della serata è la domanda:che cosa significa autonomia e come la si può attuare concretamente?
leggi tutto »

Veneto Anno Zero, la mega tangente che ha scosso il Mose raccontata da un'inchiesta giornalistica

( parole chiave: )
06/04/2016 - 21:32

Il Mose di Venezia, progettata per fermare l’acqua alta, è costruito su una montagna di mazzette e di sprechi. Un’ opera mastodontica che inghiotte amministratori pubblici, politici, parlamentari, ex ministri, imprenditori,tecnici, avvocati, magistrati, giudici, generali.  Un inchiesta giudiziaria farà emergere un sistema di tangenti e corruzioni con l'importo più alto mai raggiunto in Italia. Come si è arrivati a questo punto nel laborioso Veneto? e come è possibile uscirne? Con l'autore del libro inchiesta Veneto Anno Zero ne parliamo a Montecchio Precalcino, martedì 26 aprile  dalle 20:45 al centro ricreativo Ex Acli di Preara, via Preara 1. All'incontro partecipa anche Claudio Rizzato, Dirigente Servizio Studi Documentazione e
Biblioteca del Consiglio regionale del Veneto.

 


 

Autonomia, questa sconosciuta. Un tavolo per dibattere la riforma costituzionale e il referendum veneto

( parole chiave: )
06/04/2016 - 21:00

“Parte il conto alla rovescia – ha sottolineato Zaia il 17 marzo scorso durante la presentazione del quesito referendario –. Entro sessanta giorni Roma deve esprimersi nel merito e poi, piaccia o non piaccia, i veneti andranno alle urne. Siamo talmente seri che abbiamo già stanziato i primi due milioni di euro per la consultazione che, nelle nostre intenzioni, andrebbe effettuato in un election day, presumibilmente il prossimo ottobre, insieme al referendum popolare sulla cosiddetta riforma Boschi”. Nella sua proposta la Regione chiede nuove forme di autonomia nella gestione di settori come quelli della sanità, dell’istruzione, dell’università e della ricerca scientifica, dei tributi, punta alla riduzione della burocrazia e alla regionalizzazione delle strutture e dei fondi statali, prevede diverse fonti di finanziamento. Ma dalla parte governativa, dopo l'approvazione definitiva al Senato della riforma costituzionale, si andrà a votare anche per il referendum confermativo che si presume cadrà anch'eso in Ottobre. Per capirne e valutare meglio i due referendum, i circoli della zona del thienese hanno organizzato un incontro pubblico, lunedì 18 aprile 2016 dalle 20:45 a Villaverla nell'aula della biblioteca civica di via Giovanni XXIII. A parlarne saranno ospiti i consiglieri regionali Marino Finozzi, Lega Nord, Stefano Fracasso,  PD e Marino Zorzato dell'Area Popolare. A moderare il dibattito ci sarà il giornalista Renzo Mazzaro.

 

Unioni civili, intervista alla senatrice PD Rosanna Filippin

( parole chiave: )
07/03/2016 - 00:00

La discussa legge sulle Unioni Civili è giunta al traguardo della votazione al Senato e ora attende il passaggio definitivo alla Camera per l'approvazione conclusiva. Il ddl Cirinnà è criticato da molte associazioni in quanto non è passata la norma sulle adozioni del figlio del partner che verrà esaminata con una nuova proposta legislativa. Il Pd vicentino ha organizzato nei giorni scorsi una serie di incontri informativi invitando ai dibattiti la senatrice vicentina Rosanna Filippin per illustrare e spiegare i punti essenziali della nuova normativa. L'abbiamo intervistata a Zugliano in occasione dell'incontro voluto dal coordinamento dei circoli del thienese nella sala pubblica di via Marconi in cui è stato invitato anche Don Flavio Marchesini della pastorale diocesana per la famiglia seguito ad una precedente conferenza presso l'hotel Alfa di Vicenza.

Per vedere l'intervista clikkare l'immagine

intervista rosanna filippin

 

Cogollo del Cengio, il sindaco mette il bavaglio alle minoranze rifiutando la concessione della sala pubblica.

( parole chiave: )
02/03/2016 - 00:45

protesta davanti al municiipio di CogolloContro i bavagli  sono scesi, ieri sera 1 marzo 2016, le minoranze di Cogollo del Cengio davanti al municipio in piazza della Libertà,, per dissentire contro una decisione forte del sindaco Piergildo Capovilla, quella di non concedere loro l’unica sala disponibile in territorio comunale. La stanza, attualmente in gestione all’associazione pensionati di Cogollo e usata per le loro riunioni, si può richiedere per qualsiasi evento culturale o sociale, aveva detto Capovilla, ma non per le riunioni politiche. Ed era stato irremovibile, con risposta scritta all’interpellanza del consigliere Rugero Busato di ‘Svolta AlternAttiva’ protocollata agli atti in data 22 febbraio. Una provocazione incomprensibile per le minoranze che si ritrovano senza la possiblità di usare un luogo pubblico adibito proprio alle riunioni. Da qui la decisione di manifestare il proprio dissenso con uma manifestazione pubblica davanti alla "casa dei cittadini". " Sono 8 mesi che tento di comunicare col sindaco con richieste di chiarimenti, interrogazioni e interpellanze -ha dichiarato Riccardo Fimbianti, capogruppo di ‘Svolta AlternAttiva . Non mi ha mai risposto nemmeno una volta a una mail. Se siamo qua è colpa sua, ma questo episodio è solo la ciliegina sulla torta. Non può continuare ad ignorarci. La stanza c’è per tutti tranne che per noi?
leggi tutto »

Condividi contenuti